Scopri la Serie

Scopri la Serie

La serie dei romanzi dedicati al commissario Pietrasanta e la detective Marion Douglas sarà composta da sette romanzi + uno.

L’Inevitabile Crudo Destino è il primo capitolo della serie. I romanzi sono concepiti in un crescendo progressivo. Cioè ogni libro non è strutturato come di solito accade nei romanzi gialli, in cui creata l’ambientazione con i protagonisti, i libri si susseguono variando il caso con il delitto di turno.

Pietrasanta e Marion sono vivi e reali. Romanzo dopo romanzo si ritroveranno a indagare fra Ventazze e nuovi luoghi del mondo. Dovranno affrontare criminali spietati. Saranno messi alla prova nei loro sentimenti e vedranno emergere le verità non ancora comprese del loro doloroso passato.

Quel che è certo è che Pietrasanta e Marion, nella loro intima fragilità, non potranno restare uguali. Saranno costretti a crescere, a mutare, a vivere la vita nella maniera più intensa fra dramma, passione e divertimento.

 

Il prossimo romanzo della serie? Presto le prime informazione. Iscrivetevi alla pagina Facebook per scoprire le prime anticipazioni: https://www.facebook.com/Commissario-Pietrasanta-115899005667796/

Dove trovare il romanzo

Se vuoi leggere il primo libro della serie, l’incontro tra Pietrasanta e Marion e l’inizio del loro viaggio umano e investigativo, puoi trovare il romanzo soltanto sugli store online:

La versione cartacea è disponibile su Amazon:  Libro Cartaceo

Su Amazon trovi anche la versione Kindle: Ebook Kindle

(Gli Ebook Kindle di Amazon possono essere letti anche su computer, cellulari e tablet (Apple e Android) scaricando l’apposita app Amazon Kindle.

Oppure, per i possessori Kobo e eReader compatibili è possibile acquistare la versione Epub o pdf: Ebook Epub
Versione IBS Ebook – Cartacea

Infine, i possessori Apple, possono acquistare il libro su iBooks: Ebook Apple

Un momento!

Lla serie è composta da sette romanzi + uno.

L’ottavo romanzo, qual è?

È una storia che prepotente si è infiammata fra le leggende dell’isola. L’ottavo romanzo è dedicato alla incredibile storia dei fatti che accaddero a Ventazze: la Caserma Spagnola e le lotte dei conquistadores contro:

Questo piccolo popolo, mai apparso sui libri di storia, che prima di allora non aveva mai conosciuto la guerra, lottò e morì per difendere il diritto alla propria esistenza. Umili barche di pescatori sfidarono galeoni colmi di cannoni. Donne intente al focolare non si arresero al tiro degli archibugieri…

… Questo è un frammento della storia di un piccolo popolo disposto a morire, pur di non cedere il bene ultimo della umile e non urlata dignità

Ma soprattutto sarà raccontata l’incredibile storia del pirata Saraceno in lotta per la libertà e l’incontro con Lucia:

…è importante che tu sappia che secoli fa un pirata chiamato Saraceno, per sfuggire a delle galee che lo braccavano, dopo una tempesta trovò riparo con la sua ciurma qui a Ventazze. Gli isolani anziché catturarli, li rifocillarono e aiutarono. Saraceno in quei giorni si innamorò di una popolana, Lucia.

Si amarono alla follia, ma lui non poteva restare. Dai regnanti cristiani all’impero ottomano, tutti i porti del Mediterraneo lo volevano appeso a una forca. Solo errando col suo veliero Giuggilena e la sua ciurma di schiavi liberati, poteva sopravvivere da uomo senza padroni. Se fosse rimasto sull’isola avrebbe messo in pericolo i ventazzesi e la sua stessa Lucia. Con dolore dovette abbandonarla per un non ritorno. Ma durante un assalto, venne a conoscenza che gli spagnoli stavano invadendo Ventazze per uccidere e deportarne gli abitanti.

Con la rapidità del fulmine veleggiò fino all’isola e combatté al fianco degli ultimi isolani rimasti. Cinque secoli fa, come noi due qui adesso, Saraceno e Lucia, forti del loro amore, scavarono a mani nude questi solchi incisi sulla pietra della Caserma, scalarono il tetto e penetrarono all’interno della botola per liberare i compagni imprigionati.

Registrati sul sito e segui la pagina Facebook per restare aggiornato sull’uscita dei prossimi romanzi della serie. Io ti aspetto.

Riccardo Moncada

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *